Museo dell’opra dei Pupi Sortino

 

 

 

 

 

 

 

Museo dell’Opra dei Pupi

E’ sito in Via Resistenza presso l’ex-carcere di Sortino, ospita la collezione di pupi utilizzati dal maestro Don Ignazio Puglisi (Ragusa, 1904 – Sortino, 1986) acquisita dall’Amministrazione comunale di Sortino nel 1990.  Pupari da cinque generazioni i Puglisi di Sortino rappresentano un esempio tipico di “famiglia di opranti”, fra i quali il più famoso fu certamente Don Ignazio, denominato “il pastaro”. Il Museo si sostanzia nell’esposizione di pupi e materiali annessi, quali: manoscritti dei testi, cartelloni pubblicitari delle rassegne, abiti ed armature, le scenografie, che raccontano la storia di una arte teatrale popolare ovvero il teatro delle marionette armate, che trae ispirazione da personaggi della letteratura cavalleresca e medievale e nasce in Sicilia nella prima metà del XIX secolo;  ormai quasi estintasi che ha allietato la difficile vita dei siciliani dell’epoca e sostituiva di fatto televisione e cinema. Il museo dell’Opera dei pupi dispone di un Teatrino dei pupi siciliani, che ospita annualmente le rassegne della Compagnia Puglisi di Sortino, oggi guidata da Ignazio Manlio, nipote di Don Ignazio Puglisi, dove si può assistere dal vivo alla cosiddetta Opra re pupi”.  Negli spettacoli si utilizzano fedelissime copie di pupi, alti fino a circa mt 1,30 e pesanti anche oltre i 30 Kg.  I moderni pupari tutt’oggi si esibiscono in Italia e in tutta Europa.  Inoltre, il museo dispone al proprio interno di un curatore delle visite guidate e del laboratorio di costruzione dei pupi: il maestro Francesco (detto Gianfranco) Salonia, cresciuto come artigiano nella scuola di Salvatore Pulvirenti e di Cardello, che si cimenta nella  pittura di scene, cartelloni e nella realizzazione dei costumi.

logo ecomuseo 2
Torna su